El Pret de Ratanà

El Pret de Ratanà

Don Giuseppe Gervasini – El Pret de Ratanà, un personaggio che ha lasciato un segno, tuttora vivo, nella storia di Milano di un secolo fa. Un personaggio con il suo fascino, il suo mistero, scomodo per un Clero che non ammetteva interpretazioni, originale come uomo, solitario, lontano dalla disciplina imposta dalla Chiesa ma volto sempre verso la gente, burbero, sempre disposto ad aiutare, intransigente, non ammetteva repliche, personaggio che la fantasia popolare ha dipinto di un ché di magico e ché la Chiesa ha dapprima allontanato e poi riaccolto a furor di popolo in quadro di fantasie, verità, di grida al miracolo. Dal 1926 al 1941, trascorse gli ultimi anni della sua straordinaria vita terrena nella “villetta dei miracoli”, a poca distanza Cascina Linterno, al civico 182 di Via F.lli Zoia, dove ogni giorno riceveva e guariva le tantissime persone che si recavano da lui.

Gli Amici della Linterno da sempre si impegnano per tenerne vivo il ricordo sulla base di testimonianze attendibili. Da questo lavoro sono scaturite pubblicazioni, incontri, mostre, conferenze, dibattiti e giornate di studi che esaltano, in modo particolare, la grande umanità del Sacerdote e la conoscenza che aveva dei principi dell’erboristeria, dell’idroterapia e, soprattutto, dell’animo umano e che gli permettevano di curare le tante persone che ogni giorno si rivolgevano a Lui non solo per malanni fisici ma anche per un semplice consiglio o un supporto psicologico.

Nonostante siano passati tanti anni dalla sua morte il ricordo è ancora molto vivo e la sua tomba al Cimitero Monumentale di Milano è senza dubbio la più visitata e contornata, tutto l’anno, in segno di devozione, da tantissimi fiori freschi e ceri accesi. Quest’anno ricorrono gli ottant’anni esatti dalla sua scomparsa (22 Novembre 1941) e verrà quindi ricordato in Cascina Linterno con una serie di iniziative per illustrare la sua figura, le cure e le opere a favore dei tanti devoti.